HIROSHI SUGIMOTO per i 15 anni del Castello di Ama

Una delle più belle realtà dell’arte contemporanea in Toscana è il Castello di Ama.

Immerso nel cuore del Chianti, oltre che importante etichetta di vino è ormai un progetto per l’arte contemporanea noto in tutto il mondo. Sito in prossimità di Gaiole in Chianti, il Castello di Ama non è un vero e proprio castello, è un piccolo borgo dove nei vari edifici e negli spazi esterni sono presenti artisti del calibro di Michelangelo Pistoletto, Daniel Buren, Anish Kapoor, Louise Bourgeois, solo per citarne alcuni. Ognuno di loro ha lasciato il suo segno personale dando vita ad una vera e propria collezione d’arte site specific.

15

Per celebrare i 15 anni dalla prima opera, lo scorso 18 ottobre è stata presentata Confession of Zero, una nuova site specific realizzata dall’artista giapponese Hiroshi Sugimoto, in collaborazione con Galleria Continua di San Gimignano.

L’installazione concepita per la cappella trecentesca del borgo vuol essere una riflessione sul concetto di assenza e sul mistero dell’esistenza.

Andrea Paoletti © 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...