Alighiero Boetti – Il filo del pensiero

E’ stata inaugurata, giovedì 14 aprile,  presso la Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno la mostra “Alighiero Boetti. Il filo del pensiero”.

Dopo tante esposizioni internazionali che hanno consacrato Alighiero Boetti tra i grandi maestri del XX secolo, l’Accademia delle Arti del Disegno presenta una mostra incentrata  sui “pensieri” che l’artista fece ricamare fin dal 1971 dalle donne afghane. Dal marzo del 1971 quando Boetti intraprende il primo viaggio a Kabul, si recherà in Afghanistan almeno due volte l’anno, fino al 1979.

Come afferma Agata Boetti, figlia dell’artista e Direttrice dell’Archivio Alighiero Boetti di Roma, “continuerà poi la collaborazione con le ricamatrici afghane anche a distanza assicurandosi sempre che le condizioni di lavoro fossero ottimali e, soprattutto, che le ricamatrici non fossero bambine” . Ciò dimostra  il forte legame ed il profondo rispetto che legava l’Artista alle ricamatrici.
L’esposizione, oltre ad una serie di piccoli “arazzi” presenta varie fotografie delle ricamatrici realizzate dalla fotografa americana Randi Malkin Steinberger.

La mostra è dedicata ad Andrea “Bobo” Marescalchi, che è mancato pochi mesi fa, non solo perché è stato uno dei più importanti artisti contemporanei fiorentini ma anche perché è stato l’ultimo assistente di Alighiero Boetti.

Fino al 20 maggio

SALA DELLE ESPOSIZIONI – ACCADEMIA DELLE ARTI DEL DISEGNO

Via Ricasoli, 68 – Firenze

orari: da martedì a sabato: ore 10.00 – 13.00 / 17.00 – 19.00 domenica: ore 10.00 -13.00 Lunedì chiuso.

 

ingresso libero

 

Andrea Paoletti © 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...