“Robot Fever: il Samurai nell’era dei Chogokin” dal Giappone al museo Stibbert

E’ una pacifica invasione quella che è avvenuta nelle restaurate Sale Giapponesi del Museo Stibbert.

Dallo scorso 14 aprile è visitabile al museo Stibbert di Firenze la mostra “Robot Fever: il Samurai nell’era dei Chogokin”. Allestita in occasione della recente riapertura, dopo il restauro, delle sale giapponesi del museo, che raccolgono la collezione di armi, armature e oggetti decorativi provenienti dal Sol Levante, con la mostra “Robot fever” diventano protagonisti i tanti personaggi dei fumetti degli anni ’70/80.

L’era dei Chogokin nasce da Go Nagai, disegnatore che, per primo nel 1972, utilizzò in un suo fumetto il termine Chogokin per indicare il mitico metallo con cui sarebbe stato costruito il robot Mazinga Z, nome che richiamava gli acciai utilizzati per costruire le leggendarie armi dei samurai.

DSC_7074

L’esposizione intende mettere in risalto il forte legame tra i vari Goldrake, Mazinga Z e Jeeg Robot d’Acciaio ed il mondo degli antichi guerrieri samurai della tradizione. Viene proposto un confronto con i vari elementi che costituiscono le armature dei samurai conservate nel museo, mostrando l’evoluzione stilistica dei robot a partire dagli anni ’50 fino ai giorni nostri.

DSC_7099

La mostra, che resterà aperta fino al 10 settembre, permette ai giovani di scoprire un universo fatto di robot  mentre al visitatore più adulto di ricordare i compagni di giochi ormai passati.

fino al 10 settembre 2017

Museo Stibbert via Federigo Stibbert 26 – Firenze

info : http://www.museostibbert.it

Andrea Paoletti © 2017

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...