“GUERNICA” gli ottant’anni di un capolavoro

Fu una strage di civili il 26 aprile del 1937, gli aerei dell’aviazione di Hitler con l’aiuto di Mussolini sganciarono sull’antica capitale basca di Guernica fra trenta e quaranta tonnellate di bombe.

Era un giorno di mercato, gli abitanti fuori per le strade si trovarono ingoiati da un tornado di fuoco, 1654 i morti, 900 i feriti.

Pablo Picasso, che all’epoca aveva 55 anni e risiedeva a Parigi da quasi trenta, apprese la notizia dai giornali, leggendo della strage e vedendo la totale distruzione dalle fotografie.

062

Le autorità repubblicane gli avevano commissionato un grande murale da esporre nel padiglione spagnolo dell’Expo parigina che sarebbe stata inaugurata alla fine del mese di giugno ma l’ispirazione mancava, Picasso non riusciva a creare. Fu la carneficina della città di Guernica a sbloccare il genio dell’artista. Si racconta che il 1 Maggio Pablo Picasso buttò giù il primo schizzo, assalito da una furente rabbia.

Nasce così il capolavoro assoluto che testimonia l’odio dell’artista contro le guerre e gli oppressori.

Guernica è l’opera di Picasso che più è stato possibile capire e seguire, grazie alle decine di abbozzi preparatori e le fotografie, scattate da Dora Maar. Considerando che Picasso non aveva mai permesso di farsi fotografare al lavoro, si può pensare ad una strategia di “marketing” che l’artista intraprese per rendere ancor più visibile il suo capolavoro.

Le immagini sono dei disegni preparatori che sono stati esposti a Palazzo Strozzi nel 2014 per la mostra “PICASSO e la modernità spagnola ” .

Andrea Paoletti © 2017

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...