Anish Kapoor alla Fondazione MAST di Bologna

E’ stata inaugurata lo scorso 12 ottobre l’opera “Reach” dell’artista Anish Kapoor presso la Fondazione MAST di Bologna.

L’occasione di andare a vedere questa nuova opera dell’Artista britannico di origini indiane, Anish Kapoor, considerato tra i più importanti della scena contemporanea mondiale e noto per le sue opere capaci di giocare con i sensi e lo spazio, mi ha fatto scoprire uno spazio incredibile fuori dal centro di Bologna, la Fondazione MAST.

Dal sito della Fondazione :

” La Fondazione MAST è un’istituzione internazionale, culturale e filantropica, basata sulla Tecnologia, l’Arte e l’Innovazione.
MAST intende favorire lo sviluppo della creatività e dell’imprenditorialità tra le giovani generazioni, anche in collaborazione con altre istituzioni, al fine di sostenere la crescita economica e sociale.
In tal senso, il centro crea un ponte tra l’impresa e la comunità in cui si colloca. Le attività offerte al pubblico esterno, così come i servizi dedicati ai collaboratori del Gruppo, condividono la stessa filosofia basata sulla Tecnologia, l’Arte e l’Innovazione.
MAST favorisce i progetti che fanno leva sull’identità, sviluppano nuove idee e creano nuove connessioni.”

DSC_7572

MAST si trova adiacente alla storica fabbrica di G.D. e alla sede del Gruppo Coesia, azienda leader mondiale delle macchine automatiche avanzate e della meccanica di precisione, creato nel 2013 MAST è un centro polifunzionale a disposizione  dei collaboratori di Coesia e della comunità che offre vari servizi che includono: uno spazio espositivo, un auditorium, un’accademia per l’innovazione e l’imprenditorialità, un nido per l’infanzia, un wellness center, un ristorante aziendale e una caffetteria aperta la pubblico. In pratica un sogno dove ognuno di noi vorrebbe lavorare!

DSC_7610

Tornando alla nuova opera che farà compagnia nel giardino alla scultura Old Grey Beam di Mark Suvero e alla scultura Amor di Robert Indiana, posizionato sulla rampa di accesso, l’opera “Reach” è un arco di acciaio dalla superficie specchiata che riflette il cielo, i palazzi intorno e le persone che presto, come ipotizzato dallo scultore, potrà diventare una gigantesca macchina da selfie.

DSC_7567

Nella Fondazione è visitabile la mostra “Places of origin – Monuments for the 21st century” con 50 riproduzioni in scale di opere di Anish Kapoor realizzate e non a giro per il mondo e  la mostra “Macchina e energia” del fotografo tedesco Thomas Ruff. Quest’ultima visitabile fino al14 gennaio 2018 fa parte della manifestazione FotoIndustria, biennale di fotografia dell’industria e del lavoro.

Andrea Paoletti © 2017

 

 

Un pensiero su “Anish Kapoor alla Fondazione MAST di Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...